Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

SINTESI DI MONITORAGGIO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE/21 SETTEMBRE 2018

PRIMA GIORNATA NAZIONALE DELLA PREVENZIONE SISMICA

Il 26 settembre nel corso di una conferenza stampa presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è stata presentata la Prima Giornata della Prevenzione Sismica che ha visto la partecipazione del Ministro, Danilo Toninelli, del Presidente di Fondazione Inarcassa, Egidio Comodo del Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Armando Zambrano, e del Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Giuseppe Cappochin. L'iniziativa ha l'obiettivo di favorire e promuovere la cultura della prevenzione sismica e un miglioramento delle condizioni di sicurezza del patrimonio immobiliare del Paese.

Qui per maggiori informazioni

Qui il video della conferenza stampa

 

EQUO COMPENSO

Equo compenso, circolare della Regione Calabria

Dopo la Legge regionale n. 25/2018 sull’Equo Compenso per le prestazioni professionali effettuate da ingegneri ed architetti su incarico di committenti privati, la Regione Calabria ha emanato la circolare n. 297709/SIAR dello scorso 6 settembre prevedendo che, “per prevenire possibili interruzioni e rallentamenti dell'iter istruttorio", non si potranno più ottenere provvedimenti autorizzativi "non corredati dalla lettera di affidamento di incarico al professionista e di quietanza di avvenuto pagamento da parte di questo ultimo", come prescritto dalla suddetta Legge regionale.

Qui per approfondire 

 

La proposta di legge della regione Basilicata

Mercoledì 19 settembre è stata presentata dai componenti l'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Basilicata, (il presidente Vito Santarsiero, i vice presidenti Antonio e Michele Napoli, i consiglieri segretari Achille Spada e Gianni Rosa), la proposta di legge sulle "Norme in materia di tutela delle prestazioni professionali e di contrasto all'evasione fiscale". Il testo è stato inviato alla prima Commissione Consiliare per l'avvio della procedura di esame. "Si tratta - ha detto il presidente Vito Santarsiero - di una proposta di legge a tutela del lavoro svolto dai professionisti e di contrasto all’evasione fiscale formalmente sollecitata dalla Fondazione Inarcassa, dagli ordini professionali oltre che direttamente da professionisti. Si rafforzano i percorsi di trasparenza e rispetto delle prestazioni dei professionisti e siamo altresì certi che tali norme aiuteranno anche a far salire la qualità delle prestazioni stesse". "L'augurio - ha concluso - è di chiudere rapidamente l'iter di approvazione". Santarsiero ha annunciato che si farà carico "di portare la proposta sul tavolo della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee regionali per una discussione congiunta".

Qui per approfondire

 

LAVORI PUBBLICI

Il Senato ha approvato in via definitiva il DL Milleproroghe

L’Assemblea del Senato ha approvato il decreto proroga dei termini. Il provvedimento sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

 

Di seguito le principali misure introdotte.

ESTENSIONE AL 2019 RISTORO DANNO INDIRETTO IMPRESE SISMA Esteso al 2019, con una dotazione di 5 milioni, il ristoro per le imprese colpite indirettamente dal terremoto del Centro Italia. La norma interviene sull'articolo 20-bis del primo decreto Terremoto, che ha introdotto una rimborso per le imprese del settore turistico, dei servizi connessi, dei pubblici esercizi e del commercio, dell'artigianato e che svolgono attività agrituristica, insediate da almeno sei mesi antecedenti agli eventi sismici nelle province delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria nelle quali sono ubicati i comuni del cratere, che abbiamo registrato, nei sei mesi successivi agli eventi sismici, una riduzione del fatturato annuo in misura non inferiore al 30% rispetto a quello calcolato sulla media del medesimo periodo del triennio precedente.
ANTI ABUSI SISMA La norma rivede quanto previsto con l'ultimo decreto Terremoto e su cui è intervenuto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. In particolare, viene rivisto il passaggio sulle casette temporanee installate per ospitare gli sfollati e le sanzioni. Nel dettaglio, la modifica rivede un’espressione sintattica che, nel tempo, potrebbe generare abusi edilizi. Ma facciamo un passo indietro. La norma che è stata modificata permetteva di considerare tra le attività di edilizia libera (che non hanno bisogno di un titolo abilitativo o la comunicazione di avvio lavori) le opere temporanee o parziali, utilizzabili come abitazioni alternative nel caso la propria abitazione abbia subito lesioni durante il sisma. Si parla di manufatti leggeri, prefabbricati, roulotte, camper, case mobili. Per queste viene previsto l’obbligo di demolizione o rimozione solo dopo l’ordinanza che dichiara la propria abitazione agibile (ci sono tre mesi di tempo). Su questo punto, però, si sono focalizzati i rilievi del Quirinale. La norma del Governo interviene cambiando l'espressione o tra le parole temporanea e parziale. Così formulata sembrerebbe consentire che la disciplina operi anche in assenza del necessario presupposto della temporaneità. E ancora, per quanto riguarda le sanzioni la norma inserisce una clausola di sospensione della deroga. Ovvero le multe vengono applicate quando all'interessato sia stata fornita un’altra soluzione abitativa. Infine, l’ultima parte riguarda l’inefficacia del sequestro penale - ora automatico. Viene previsto che i provvedimenti di sequestro preventivo o probatorio possano essere revocati solo dove venga riscontrata la sopravvenuta mancanza delle condizioni che la norma autorizza.

RIMODULATI FONDI SISMA C'è una nuova rimodulazione della riduzione delle risorse - del Fondo di solidarietà comunale - da applicare per il 2019 e 2020. Per il prossimo anno, il taglio passa dal 75% al 50% dell'importo della riduzione non applicata nel 2015 e 2016. Mentre per il 2020 la percentuale da applicare si riduce dal 100% al 75%. La norma riguarda i comuni colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012 (comuni delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo nonché i comuni di Ferrara, Mantova) e quelli danneggiati dal sisma del 6 aprile 2009 (provincia dell'Aquila e altri comuni della regione Abruzzo).

RISCHIO SISMICO SCUOLE Sempre per quanto riguarda le zone a rischio terremoto, arriva una proroga al 31 dicembre 2018 della verifica di vulnerabilità sismica delle scuole.

 

Dissesto idrogeologico: riparte il Fondo progettazione: assegnati 20 milioni di euro

Dopo la soppressione dell’unità tecnica di Palazzo Chigi #italiasicura è ripartita l’assegnazione dei fondi statali per la progettazione di opere contro il dissesto idrogeologico. Il Ministero dell'Ambiente ha finanziato infatti un nuovo stralcio del fondo di rotazione per la progettazione di interventi contro il dissesto idrogeologico, assegnando circa 20 milioni di euro a quattro regioni italiane in Campania, Sicilia, Lazio e Umbria.

 

Audizione del Ministro Toninelli presso la Camera dei deputati.

Il Ministro Toninelli è intervenuto presso la Commissione Ambiente e presso la Commissione Trasporti per dare seguito all’audizione sulle linee programmatiche del suo dicastero svoltasi prima della pausa estiva. Nel corso dell’audizione, ampio spazio è stato dedicato al tema della ricostruzione del ponte Morandi e al monitoraggio delle infrastrutture italiane. Sul tema del codice degli appalti il Ministro ha ricordato che un tavolo tecnico sta lavorando da oltre un mese per individuare, alla luce dell'esperienza maturata e dei problemi che sono emersi, una revisione del nuovo codice dei contratti pubblici, per far ripartire gli investimenti, liberare le energie del Paese, eliminare buona parte delle incertezze interpretative emerse e superare talune rigidità. Ha sottolineato che il lavoro preparatorio predisposto dal gruppo degli esperti è stato oggetto di consultazione pubblica conclusasi due giorni fa. Tra i temi più rilevanti emersi a seguito della consultazione, il Ministro ha segnalato quelli relativi alla trasparenza, ai compiti e alle funzioni attribuite al responsabile unico del procedimento, all'appalto integrato, all'albo dei commissari, ai requisiti di partecipazione, al sistema di qualificazione, al subappalto, all'offerta economicamente più vantaggiosa.